Biarritz, guida alla capitale dei surfisti

La città

Situata in una posizione favorevole, a lato del mare ma a due passi dalla montagna con un entroterra folto e ben preservato, Biarritz si trova sulla costa atlantica della Francia nella regione Nuova Aquitania.

Il successo di questa cittadina si deve alle sue infinite spiagge, alle sue onde perfette per la pratica del surf da onda, al verde e ai centri di talassoterapia (trattamento basato sull’azione curativa del clima marino), ma anche ai suoi numerosi centri culturali e festivals che si svolgono tutto l’anno.

Le spiagge per il surf

Le spiagge più affascinanti di Biarritz sono la Plage Miramar, Côte des Basques e la Grand Plage che quest’anno a maggio ha ospitato i mondiali di surf (2017 ISA World Surfing Games).

La Côte des Basques è il luogo di nascita della scena surfistica in Francia, e in Europa. Ancora oggi rimane uno spot popolare soprattutto per i longboarders (surfisti dalle tavole lunghe) che possono godere di onde con pareti morbide protette dai venti del nord. Di solito, si forma un picco d’onda vicino al promontorio a destra e un altro picco definito, un po’ più in fondo alla spiaggia.

L’onda rimane amichevole e divertente per i principianti e intermedi con media e alta marea, mentre con la bassa l’onda frange con più energia, specialmente se si scende a sud. Questo spot è super popolato da principianti, scuole di surf, e turisti che spariscono quando l’alta marea immerge l’intera la spiaggia. I negozi di surf e le scuole sono sul lungomare Blvd du Prince de Galles, con un parcheggio limitato che si riempie rapidamente.

La Grand Plage è lo spot principale di Biarritz e regge delle grandi varietà di condizioni d’onda. Le rocce sulla parte meridionale della spiaggia contribuiscono alla bellezza dello spot e proteggono le onde dai venti da S-SW. A volte le onde possono essere facili e divertenti, soprattutto con alta marea, altre volte sono invece ventose e molto veloci.

I principianti si troveranno meglio a Côte des Basques. L’affollamento, le zone limitate alla balneazione e i costosi parcheggi auto poterebbero rovinare l’esperienza, sempre che non si fa surf durante la notte sotto le luci del lungomare!

Anglet e gli altri spot

A pochi minuti di macchina a nord di Biarritz c’è una zona residenziale di nome Anglet, dove ci sono i surf spot più gettonati della zona.

Il primo che incontriamo è Le VVF, una spiaggia protetta da tutti i venti da S, dove si formano onde potenti e spesso tubanti che possono raggiungere i 3 metri d’altezza.

Le Club è il secondo spot che si trova sulla costa andando in direzione nord. L’Anglet Surf Club si trova di fronte questa spiaggia e ha una webcam che proietta le condizioni delle onde su tutti i siti di surf. Per questo motivo Le Club è uno degli spot più affollati, soprattutto d’estate, ed è spesso usato come luogo per le competizioni di surf.

Proseguendo verso nord troviamo gli spots Sables d’Or, Marinella, Les Coirsaires, La Madrague, onde surfabili da tutti in base alle condizioni del mare – e per finire il più famoso Les Cavaliers, e La Barre.

Les Cavaliers, è il più esposto alle mareggiate e vi permetterà di surfare anche quando da altre parti è calmo. Durante la stagione estiva/autunnale è popolato da un centinaio di surfisti, essendo uno degli spot più famosi in zona per i suoi tubi d’onda che si formano su un fondale sabbioso. Regolarmente ospita competizioni di surf internazionali.

Non solo surf

Biarritz non è soltanto per chi ama cavalcare le onde. Vicinissima alla Spagna e a soli 50 minuti di macchina da San Sebastian, questa cittadina dallo charme francese e la vivacità spagnola offre ai visitatori luoghi unici, miriadi di attività sportive, ristoranti, locali, negozi di qualità, e varietà di alloggi, adatti ad un pubblico di tutte le età e tutti i gusti, regalandovi una vacanza perfetta.

Da non perdere il Museo storico di Biarritz e il Faro alto 73 metri. La Città dell’Oceano, un museo interattivo con un concetto unico al mondo che vi porterà a scoprire i misteri degli abissi. Il Museo del Mare-Aquarium, un edificio in stile Art Déco che ospita uno dei più grandi acquari della Francia. Il Musée Asiatica, uno dei 5 musei europei d’arte orientale più important.

Il Port des Pêcheurs (il porto dei pescatori), storico luogo da dove partivano i pescatori di balene, che oggi ospita ottimi ristoranti che offrono freschissimi prodotti di mare.

Se siete amati per i macarons non fatevi sfuggire una tappa da Maison Adam, la storica pasticceria che vanta la ricetta originale dal 1660 – oppure una visita con degustazione al Museo del Cioccolato.

Il Centro Thalmar affacciato sulla spiaggia Marbella, dove potrete sperimentate i benefici della talassoterapia e i pacchetti personalizzati del Thalassa Sea & Spa all’hotel Miramar.

Per l’ora dell’aperitivo, andate al Milk Bar o il Crampotte 30 vicino alla spiaggia, i locali più gettonati dai surfisti dove si possono gustare delle ottime tapas. Se invece siete in dolce compagnia, godetevi il tramonto sull’oceano presso il romantico Côte 57.